Come frenare con una bici a scatto fisso

Una della domande che più spesso viene fatta a chi si fa promotore della cultura delle bici a scatto fisso è:

doubt www.biciascattofisso.com“Come fai a frenare con una bici a scatto fisso?”

Oggi cerchiamo di rispondere a questa domanda, che spesso rappresenta il motivo principale per il quale le persone decidono di non acquistare una “fixie” nonostante siano molto attratte da questo particolare tipologia di bicicletta.

Per farlo e per capire bene la spiegazione che seguirà, partiamo guardando questo video.

Vediamo di capire per bene insieme queste due tecniche per frenare con una bici a scatto fisso presentate nel video:

1) SKIP STOP

2) SKID STOP (SKIDZ)

Ovviamente non sono le uniche due tecniche di frenata, ma sono quelle ritenute più efficienti e sicure dalla comunità fixie.

1. SKIP STOP

Con questa tecnica, SKIP STOPper frenare con la bici a scatto fisso sarà sufficiente spostare il proprio peso in avanti.
In questo modo, dovremo sbilanciarci al punto tale da far alzare la ruota posteriore, arrestando così anche la pedalata.
Come già sapete, per come la bici a scatto fisso è costruita, interrompendo la pedalata anche la ruota posteriore smetterà di girare.
Per cui ogni volta che la ruota posteriore tornerà a toccare terra, andrà ad aumentare l’attrito con la strada provocando di conseguenza un rallentamento del veicolo stesso.

2. SKID STOP (SKIDZ)

SKID STOPLa frenata “skid stop” è la più semplice e immediata che possa venire in mente ad una persona. Infatti il verbo to skid tradotto dall’inglese significa proprio slittare, scivolare. Questa tecnica consiste semplicemente nell’alzarsi sui pedali (alzando quindi il sedere dal sellino) bloccando i pedali in modo perfettamente orizzontale rispetto al terreno. In questo modo la ruota posteriore si bloccherà causando appunto lo scivolamento della bicicletta in avanti ma a velocità molto inferiore rispetto all’andatura iniziale. Utilizzando questa tecnica per frenare la bici a scatto fisso, è di fondamentale importanza osservare su che tipo di superficie si sta viaggiando: l’ideale sarebbe adottarla su una superficie asfaltata, mentre è meno indicata su tracciati sterrati o su quelli in cui è presente del brecciolino.

2 Comments
  1. Reply
    Sean aprile 19, 2016 at 9:47 pm

    Ciao!
    Complimenti per il blog e per il sito, davvero molto bello e ricco di passione. Stavo cercando una bici a scatto fisso e sono capitato qui per caso e mi è piaciuto molto.

    Non sono pienamente d’accordo con te su alcune cose, tra cui proprio la questione della frenata. A mio avviso, molto meglio un freno posteriore e un mozzo libero, permette di lasciar scorrere la bici, frenare con calma (senza fare acrobazie) e non stressare il pneumatico posteriore.

    Opinione personale, come si dice dalle mie parti: non tutti i gusti sono alla menta!

    • Reply
      Marco aprile 22, 2016 at 7:47 am

      Ciao Sean,
      prima di tutto grazie per i complimenti al sito.
      Per quanto riguarda il discorso sulla frenata, credo che sia molto soggettivo: diciamo che la possibilità di impostare la propria bici secondo il proprio stile di guida é proprio ciò che rende affascinanti le bici a scatto fisso! 🙂
      Torna spesso a trovarci!
      Ciao

Leave a reply